Archivio  Archivio foto  Contatti    |    English Franšais Deutsch Espa˝ol    |        

     Il comitato
Chi siamo
Visite guidate
Iniziative
Ricordi
Gemellaggio Magliana-Fulda-Hainzell
Per gli studenti

     La catacomba
Le catacombe di Roma
I Martiri
Gallerie
Pitture
Oratorio Damasiano

     Le parrocchie
Parrocchia Santa Maria del Rosario ai Martiri Portuensi
Parrocchia San Raffaele Arcangelo
Parrocchia San Gregorio Magno

 

 

 

 

HomePitture

La Coronatio Marthyrum

di Francesca Pace

 

Ingrandisci

Intorno alla memoria dei martiri Simplicio, Faustino e Viatrice si sviluppò nel corso del IV secolo l'area cimiteriale sotterranea, il cui fulcro rimaneva il Sepolcro dei Martiri. Più tardi - probabilmente nel VI sec. - vi fu posto lo splendido affresco della Coronatio Marthyrum.

Oggi, a seguito di ripetute sacrileghe profanazioni e successivi restauri, l'opera è conservata, sebbene non più completamente leggibile nei suoi tratti. Dobbiamo aiutarci allora con la riproduzione che ne fece al momento della riscoperta dell'area cimiteriale (1867) l'acquarellista Giuseppe Gnoli, per volontà di G.B. De Rossi, l'archeologo scopritore.

Rappresenta la gloria dei martiri Viatrix, Simplicius, Faustinus e Rufinianus posti a due a due ai lati del Cristo.

Di Rufiniano possiamo far riferimento a quanto detto di lui da G.B. De Rossi:

"Martire Rufo, nominato negli atti di S. Crisogono, il quale dapprima fu vicario dell'Imperatore e poi convertito da S. Crisogono. Divenne martire anch'egli".

Per questo è raffigurato con la clamide, insegna speciale dei sicari dell'Imperatore (forse fu lui a far eseguire la condanna a morte dei martiri).

 

Questa pagina Ŕ stata visitata 1976 volte dal 17/02/2008

 

 

 

 


Archivio  Archivio foto  Contatti    |    English Franšais Deutsch Espa˝ol    |        

© 2006-2017 Comitato Catacombe di Generosa. All right reserved. Sito aggiornato senza periodicitÓ (admin)