Archivio  Archivio foto  Contatti    |    English Franšais Deutsch Espa˝ol    |        

     Il comitato
Chi siamo
Visite guidate
Iniziative
Ricordi
Gemellaggio Magliana-Fulda-Hainzell
Per gli studenti

     La catacomba
Le catacombe di Roma
I Martiri
Gallerie
Pitture
Oratorio Damasiano

     Le parrocchie
Parrocchia Santa Maria del Rosario ai Martiri Portuensi
Parrocchia San Raffaele Arcangelo
Parrocchia San Gregorio Magno

 

 

 

 

HomeCatacombe di Roma

Un'idea delle catacombe

di Nicola De Guglielmo

 

IngrandisciQui, con una tecnica che in sostanza risale agli etruschi, i cristiani ci fanno sapere qualcosa della loro vita; gli affreschi delle catacombe, non rari, non ci parlano solo di loro, ma anche dell'ambiente estetico e spirituale in cui vivevano.

Delle trenta catacombe cristiane che si possono vedere a Roma - ce ne sono anche di ebree - la più antica, meno nota ma tra le più interessanti è quella di Domitilla, con una ampia traccia di una presistente vita pagana (Vestibolo dei Flavi), e la più nota e più ampia: quella di S. Callisto, che furono tomba di numerosi pontefici martiri dei primi secoli.

Il nome di "catacomba" è piuttosto recente, perchè i primi cristiani le chiamavano "coemeteria". "Ad catacumbas" (espressione di origine greca: "katá kýmbas" (κατα κýμβας), che vuol dire "presso la depressione del terreno, sulla via Appia) era soltanto il nome del luogo in cui fu scavato il cimitero di San Sebastiano, - molto noto nell'antichità per essere stato, come attestano numerosi fonti antiche, il 29 giugno, luogo di culto di Pietro e di Paolo, almeno dal 258.

 

Questa pagina Ŕ stata visitata 1173 volte dal 26/11/2008

 

 

 

 


Archivio  Archivio foto  Contatti    |    English Franšais Deutsch Espa˝ol    |        

© 2006-2017 Comitato Catacombe di Generosa. All right reserved. Sito aggiornato senza periodicitÓ (admin)